LE NUOVE FRONTIERE DELLA GESTIONE ALBERGHIERA: ridurre i costi, ridurre i rifiuti ed avere clienti sempre più soddisfatti

Sabato scorso si è tenuta a Rimini la giornata dedicata all’economia circolare nell’ambito di EcoFuturo, il festival delle ecotecnologie e dell’autocostruzione. L’economia circolare definisce un sistema economico pensato per potersi rigenerare da solo, per cui i temi trattati sono stati quelli della gestione dei rifiuti, del recupero e del riciclaggio, fino ad arrivare a metodologie e tecniche specifiche per diminuire l’impatto ambientale in diversi settori.

Il prestigioso festival, ideato e voluto dall’ecologista Jacopo Fo, figlio di Dario Fo, e seguito da tantissime persone anche in streaming, ha avuto tra i relatori invitati, anche Antonino Esposito, Energy Manager ed ideatore della Strategia Hotel & Ristoranti Zero Waste, la cui fama è ormai nota a livello internazionale per le sue consulenze che mirano alla riduzione degli sprechi e all’abbassamento dell’impatto ambientale, condizioni che portano al risparmio economico e ad una gestione più equilibrata delle attività commerciali, in particolare modo di quelle turistico – ricettive, e ad una percezione positiva da parte del fruitore/cliente di tali attività. All’intervento di Antonino Esposito, che ha riscosso tanta attenzione e tanto entusiasmo, con l’impegno da parte degli organizzatori dell’evento di promuovere la strategia nella Riviera Romagnola, è seguito quello di Laura Puppato del PD, membro della Commissione sull’Economia Circolare.

Il progetto “Hotel & Ristoranti Zero Waste” è attualmente ai nastri di partenza anche in Slovenia, in collaborazione con Zero Waste Slovenia e con il Ministero dell’Ambiente Sloveno.

In un momento storico nel quale l’attenzione ai costi è nettamente superiore rispetto al passato, i manager e gli imprenditori che operano in ambito turistico (ma anche in altre aree) hanno finalmente capito quanto una buona gestione aziendale, che prevede la riduzione dei rifiuti e dei costi, grazie ad un’adeguata formazione del personale e ad un’accurata comunicazione al cliente. Questo tipo di gestione oltre che ad avere effetti positivi sulla realtà aziendale che la mette in atto, ha, inoltre, un riverbero positivo sull’intera collettività, consentendo agli enti preposti alla gestione ed allo smaltimento dei rifiuti di ottenere notevoli risparmi, nonché una positiva green reputation, che oggi è un fattore sempre più importante anche quando si parla di marketing territoriale.

L’ospitalità “green” sarà al centro dell’attenzione il 9 settembre a Scario, frazione di San Giovanni a Piro nel Parco Nazionale del Cilento, in un convegno sul tema organizzato dall’Ordine degli Architetti di Salerno e dal Comune di San Giovanni a Piro.

Il convegno vedrà la partecipazione di Antonino Esposito, invitato da Maria Gabriella Alfano, Presidente dell’Ordine degli Architetti di Salerno.

In qualità di Energy Manager, Antonino Esposito a fine settembre parteciperà ad un altro importante convegno sulla sostenibilità alberghiera, questa volta su invito dell’Ingegnere Bruno Orrico, Presidente della Commissione Ambiente dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Napoli, ente che organizzerà l’evento.

La formula “magica” portata avanti dalla Strategia “Hotel & Ristoranti Zero Waste” trova sempre maggiori apprezzamenti e riconoscimenti: sempre più realtà apprezzano il trinomio “meno rifiuti, meno costi e più clienti felici”!

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>